Accesso
Menu
Sicurezza ROTKAPPE per fosfatazioni al manganese
SYNOTHERM(R) wärmetausher
Rappresentanti in tutto il mondo
Documentazione
Il codice prodotto adeguato si trova nella documentazione del prodotto.

Sicurezza ROTKAPPE per fosfatazioni al manganese

Riscaldatori di sicurezza ROTKAPPE per fosfatazioni al manganese

Le fosfatazioni al manganese tendono a favorire le incrostazioni sulle pareti del recipiente, su parti dell'impianto e sui corpi riscaldanti. In particolare sulle guaine tubolari di riscaldatori si possono formare già dopo poco tempo incrostazioni porose e resistenti, di diversi centimetri di spessore.

L'eliminazione di tali strati è spesso possibile solo con procedimenti meccanici e con un grande dispendio di tempo. Il meccanismo di germinazione con fosfatazioni al manganese mostra che le superfici cristalline dei materiali di costruzione è, insieme ad interazioni chimiche, termiche, meccaniche e magnetiche, la causa dei depositi di idrossidi di manganese e quindi di incrostazioni.

fosfatazioni al manganese

Da ciò si deriva il profilo delle specifiche per il materiale della guaina tubolare:

• senza giunture, senza struttura cristallina
• resistente al calore
• resistente ad agenti chimici e ad acidi
• liscio e senza pori
• non magnetico

In considerzione di ciò, per il riscaldamento diretto di fosfatazioni al manganese abbiamo sviluppato il riscaldatore di sicurezza ROTKAPPE Typ M-TG. Questo riscaldatore soddisfa le specifiche richieste e consente così un miglioramento della tecnica di processo.

Per l'utente ne derivano i seguenti vantaggi:

• nessuna incrostazione della superficie della guaina tubolare
• la conduttività termica della superficie di scambio rimane elevata e costante
• riduzione dei lavori di pulizia e maggiore disponibilità dell'impianto
• riduzione della quantità di rifiuti (eliminazione delle incrostazioni)

Dato che ci sono diversi tipi di fosfatazioni al manganese e diversi parametri possono portare all'incrostazione, si raccomanda prima di tutto un test nelle rispettive condizioni che si riscontrano effettivamente nell'impiego pratico.

A tal fine bisogna osservare le seguenti note di uso per il funzionamento del riscaldatore:

• La lunghezza della guaina tubolare deve essere adattata al recipiente in modo che l'estremità della guaina non sia immersa in nessun caso nel sedimento o nel corpo della fosfatazione al manganese.
• Per ridurre una germinazione in superficie, la variazione del livello dovrebbe essere minimizzata il più possibile (rabboccamento continuo).
• Eventuali sporcizie o incrostazioni che si dovessero formare devono essere eliminate completamente ed immediatamente dalla superficie della guaina tubolare.
• Mantenere una distanza minima di 30 mm tra la superficie della guaina e la parete del recipiente o la superficie della guaina successiva.
• Con inquinamento da fluoridi attraverso sostanze chimiche inpure o processi non perfettamente puliti è possibile che si verifichi una aggressione chimica alla guaina.
• Il materiale della guaina "Vetro speciale" è fragile e non deve essere esposto ad alcuna sollecitazione meccanica.

Siete interessati a questo nuovo tipo di riscaldatore per fosfatazioni al manganse? Da noi riceverete sicuramente una consulenza competente ed una assistenza affidabile. Saremo lieti di ricevere una Vostra chiamata!